[3Drag] Elettronica controllo HotBed opzionale

Scritto da Alessio Fusi. Postato in Guide

Installazione elettronica per piatto

MK2A/MK2B

Questa guida spiega come poter collegare un piatto opzionale alla stampante 3DRAG

Il motivo per la quale dobbiamo mettere tra stampante e HotBed questa elettronica aggiuntiva è semplice, l’ elettronica v1.2 della 3Drag ha un uscita PWM (ad impulsi) per pilotare il piatto riscaldante. Quando il piatto viene alimentato l’ uscita non da corrente continua al piatto ma stacca 1 millisecondo ogni 20 millisecondi, ciò sembra una cosa irrisoria e lo è fino a che usiamo il piatto di serie dato che ha un basso assorbimento di corrente, se andiamo a collegare un piatto come MK2B (per me il migliore sul mercato) che ha un assorbimento di circa 13A il continuo “Attacca e Stacca” fa bruciare il mosfet della scheda, con l’ elettronica aggiuntiva non si scavalca questo problema ma si applica un mosfet da 160A che non si brucia dato che può reggere più di 12 volte la corrente che il piatto assorbe. Se avessimo un piatto che assorbe 100A il problema si presenterebbe di nuovo, in parole povere con questa modifica andiamo a caccia di mosche con il Bazooka!!!

PREMESSA per un corretto funzionamento è essenziale rispettare la polarità dell’ elettronica, cioè, segno positivo con segno positivo e segno negativo con segno negativo. Consiglio in oltre di usare fili di collegamento alimentatore->scheda e Scheda->HotBed di sezione adeguata, i fili si misurano in mmquadrati è da considerare che un filo da  1mmq è in grado di portre 4A

Per effettuare questa modifica servono anche un piatto riscaldato aggiuntivo e un alimentatore aggiuntivo consiglio di comprali dai seguenti link:

HotBed

Alimentatore 12V 30A

 

COLLEGAMENTI

Per prima cosa dobbiamo fare il collegamento Elettronica 3Drag->Elettronica aggiuntiva

Doppiamo usare il connettore della scheda 3drag relativo al piatto riscaldante che è quello quadripolare di destra in basso a sinistra della scheda, sotto i driver dei motori passo passo.

 

 

 

 

Il connettore ha 4 poli che sono collegati a coppie come l’ immagine qui sotto (rispettare + e -)

 

Il collegamento dovrà essere effettuato come riportato in questa immagine

 

 

 

Se utilizzate un alimentatore come quello consigliato avete la possibilità di poter regolare i Volt in uscita, io consiglio di regolari a 13,5Volt

Per regolare l' alimentatore procedere cosi:

impostare il tester al valore minimo superiore a 12 volt (di solito 15 o 20)

Accendere il piatto da freddo in modo che assorba il massimo da lui consentito, poi mettere i puntali del tester selle uscite COM (negativo-Nero) e V+ (Positivo-Rosso) e leggere il valore che ci viene dato. con un cacciavitino piccolo regolare i volt in uscita girando il piccolo trimer nell' alimentatore fino ad ottenere il valore che si desidera

 

misu

Buona Stampa!!!

Commenti   

0 #4 healthraport.it 2015-09-20 20:02
.Nel post sono state sollevate questioni molto interessanti.

Saluti
Citazione
0 #3 Nicola 2015-09-17 18:00
Ciao, ho un dubbio a riguardo di questa guida, dato che di elettronica non me ne intendo per niente, dove si trova un mosfet da 160A? e il foro al centro del piano a che serve? Grazie
Citazione
0 #2 roberto crippa 2014-10-09 12:22
ciao ho letto la tua guida.
tutto perfetto,
piatto acquistato al tuo link
alimentatore acquistato al link .
ma ho solo un dubbio .
ho visto che il piatto ha dei piccoli fori
se non sbaglio per dei led
+ altri 2 piccoli fori (sono i fori del termistore da 100k)??
poi c'e un foro al centro .
per quanto riguarda il collegamento al trasformatore tutto ok .. ma ora ho il piatto senza led o resistenze e termistore sealdati che devo fare ? devo saldarli oppure sono opzionali ?
avrei bisogno di questo aiuto ti ringrazio
Citazione
0 #1 Roberto Luzzu 2014-07-16 10:45
Potresti aggiungere come regolare l'alimentatore.
Come impostare il tester e dove mettere i puntali per misurarne la tensione.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna